Come curare e conservare il muschio per il presepe

Tra i classici addobbi natalizi troviamo l’immancabile presepe. Per ornarlo alla perfezione però non puoi non considerare il muschio, facilissimo da trovare e raccogliere. Ma come conservare il muschio per il presepe anche per gli anni a venire? Scopriamolo insieme!

Dove trovarlo e come raccoglierlo

Dove si trova il muschio? Per trovare il muschio naturale per il presepe puoi seguire due strade: o comprare un manto di muschio verde (si acquista in un qualsiasi vivaio) o andare direttamente a raccoglierlo nel bosco. Il muschio cresce in luoghi umidi e all’ombra, su superfici dure come sassi e cortecce, da dove ti basterà estirparlo.

Come attaccarlo e curarlo

Per attaccare il muschio nel presepe ti consigliamo di seguire questi tre piccoli step:

  1. Stendi uno strato di nylon
  2. Adagia sopra il nylon del terriccio e un po’ di ghiaia
  3. Poni il muschio

Per mantenerlo bello verde e rigoglioso dovrai nebulizzare dell’acqua giorno dopo giorno, perché come detto il muschio vive bene in ambiente umido. Ricordati di spruzzare e non annaffiare, perché un getto d’acqua diretto lo rovinerebbe di sicuro.

In alternativa puoi utilizzare del muschio secco: una volta raccolto basterà lasciarlo seccare per un po’ su fogli di giornale e ripulirlo dal terriccio

Presepe rivestito con muschio naturale

Come conservarlo

In questo caso la domanda è: come conservarlo anche dopo il periodo natalizio e riutilizzarlo negli anni a venire?

In questo caso seccare il muschio raccolto; purtroppo non è possibile riutilizzarlo umido perché formerebbe della muffa nella scatola.

Come puoi fare? Riponi il muschio su fogli di giornale e lascialo seccare per un paio di giorni. Il procedimento sarà più veloce se lo metterai in una zona areata, dopodiché riponi i fogli di giornale in scatole di cartone e lasciali riposare fino all’anno prossimo.

Presta molta attenzione anche quando il muschio sarà all’interno della scatola perché è davvero delicatissimo!

 

 

Related Posts

Previous Post Next Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 shares