Aprile: il calendario dei lavori in giardino

lavori aprile giardino

Aprile è il mese dove si assapora la bellezza della primavera appena arrivata; le giornate si allungano, le temperature aumentano e i cieli azzurri si stagliano per creare bellissime immagini da cartolina.

 

Grazie alla sua temperatura mite e al sole alto nel cielo, aprile è il mese che ti permette di dedicarti al giardino al meglio delle tue possibilità; il mese in cui potrai assecondare le crescita delle tue piante che sono già ricettive e pronte a ricevere tutte le cure di cui hanno bisogno.

Close up di un ombrello

I lavori che potrai fare in giardino ad aprile sono tantissimi, in particolar modo, ricordati che proprio in primavera le tue piante necessitano di un’elevata concimazione per favorire la ripresa vegetativa.

Per dare loro tutta questa forza, se non lo hai già fatto, inizia a concimare le tue piante in vaso periodicamente ogni 12-15 giorni con dei concimi a lenta cessione pensati per rinforzare l’apparato radicale senza eccessi, come ad esempio il concime in fiale studiato per rinvigorire tutte le piante fiorite.

 

Semina di bulbi primaverili

Le annaffiature di aprile: come regolarsi?

Così come ricorda anche il famoso detto: ”Aprile ogni goccia un barile”, questo mese è famoso soprattutto per la sua piovosità, e proprio per questo motivo le piante da esterno si sviluppano molto bene anche senza un’annaffiatura costante, rimpiazzata appunto dall’acqua piovana.

Per questo motivo ti consigliamo di prestare maggior attenzione ai periodi di siccità, che rischiano di essere ben più pericolosi delle piogge primaverili. Come ben sai, le piante in pieno rigoglio vegetativo necessitano di tantissima acqua, e le giornate asciutte e soleggiate causano una maggior evaporazione dell’acqua nel terreno.

Se hai in giardino delle piante che potrebbero soffrire di questa secchezza, e hanno generalmente bisogno di molta acqua e innaffiature regolari, presta maggior attenzione e nel caso di assenza prolungata di piogge ricordati di annaffiare abbondantemente.

 

Quando trasferire le piante all’esterno?

Trasferire le piante all’esterno può ancora preoccuparti, proprio perché anche se le temperature esterne sono aumentate c’è il comunque il rischio di ritrovarsi le ultime gelate notturne e di conseguenza le piantine rovinate.

Generalmente ti consigliamo di monitorare ancora le minime e le massime, in modo da prevenire eventuali sorprese meteorologiche. Se abiti in una zona dove le temperature minime superano già i 10° comincia a portare all’esterno le piante da appartamento o quelle che tenevi riparate per l’inverno.

Se vivi in una zona dove il clima è ancora rigido puoi portarti avanti cominciando a preparare la zona del giardino dedicata ad ospitare le piante da appartamento o quelli coltivati in semenzaio.

Allo stesso modo con l’aumento delle temperature puoi togliere le protezioni di tessuto o aprire la serra. Ricordati di farlo soprattutto nelle giornate di sole o nelle ore centrali della giornata, dove l’umidità potrebbe compromettere le radici e aumentare la marcescenza di queste.

 

Serra

La semina

Tra i lavori di aprile dobbiamo citare il trapianto oppure la semina di nuove piantine. Ti sarà sufficiente recarti da un fioraio, in un vivaio o semplicemente nei supermercati più forniti per avere una scelta davvero ampia.

Prima di porre a dimora le piante però lavora bene il terreno e arricchiscilo con del concime a lenta cessione come può essere Goccia a Goccia e il suo rilascio graduale di nutrimenti.

Ad aprile hai davvero l’imbarazzo della scelta per decidere quali fiori piantare.

Ci sono le bulbose a fioritura primaverile (giacinto, narciso, fritillaria, erythronium, ciclamini, oxalis), che puoi comprare già fiorite, o appena prima della fioritura, oppure puoi indirizzarti e cominciare a scegliere le bulbose a fioritura estiva (anemone coronaria, agapanto, crocosmia, canna, begonia, calla, ornitogalo, gloriosa, sparaxis).

 

Agapanthus bulbo primaverileConsigli per chi ha un giardino piccolo o poco spazio

Se disponi di un giardino di piccole dimensioni, oppure puoi coltivare le tue piante solo in terrazzo, ti consigliamo di scegliere delle piante colorate, ma che allo stesso tempo siano poco ingombranti.

Tra queste puoi scegliere le petunie, coltivarle è semplicissimo e la loro lunga fioritura ti permetterà anche di abbellire i davanzali con rami a cascata.

Un altro fiore perfetto per un terrazzo prevalentemente all’ombra è la begonia tuberosa; un fiore che teme molto il freddo e quindi è bene farne germogliare i tuberi in un luogo riparato e al chiuso.

Perfetti in vaso oppure in pieno terreno ci sono i gladioli e le dalie, invece, se preferisci qualcosa a cui dedicare poche attenzioni puoi scegliere il mughetto, una pianta tappezzante che resiste bene sia al caldo afoso che al freddo invernale.

 

arredare il balcone

 

Altri prodotti pensati per aiutarti:

Goccia a goccia nutrizione

Concime Unico

Concime ciclamini e bulbose in fiale

Concime azalee e rododendri

Lucidante fogliare

 

 

Tag:, , , , , ,

Related Posts

Previous Post Next Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

8 shares