Magnolia: impariamo a conoscerla e curarla

Con i suoi fiori che mostrano in natura tutto il fascino delle sfumature che vanno dal bianco al rosa, passando per il color crema, la magnolia è in grado di rendere incantevole ogni giardino, portando armonia e diffondendo, con le linee sinuose dei suoi petali, un senso di pace.

Può anche essere piantata in un ambiente domestico, purché sia disposta in una posizione molto luminosa.

Questa famiglia di piante, alla quale appartengono oltre ottanta specie diverse, è a lento accrescimento e il suo nome è un omaggio a uno degli studiosi più importanti della storia della botanica: il medico Pierre Magnol di Montpellier (1638 – 1715), che diresse il giardino botanico di Montpellier e introdusse la nozione di famiglia nella classificazione botanica.

 

Scopriamo come curare questa pianta durante tutti i periodi dell’anno per mantenerla rigogliosa:

Il mese di ottobre è il periodo ideale per piantare la magnolia. È opportuno organizzarsi per farlo almeno due settimane prima delle gelate, e preparare un terreno fertile e ben drenato, da mantenere umido.

Non spaventiamoci se non notiamo una rapida crescita: come anticipato si tratta di una pianta che cresce lentamente, specie nei primi anni di vita. È inoltre una pianta semplice da curare, in quanto non necessita di potature.

A febbraio, con l’avvicinarsi di un clima mite, favoriamo il risveglio vegetativo e la nascita dei fiori distribuendo del concime minerale intorno alla pianta.

Terminata la fioritura e per tutto il periodo vegetativo dobbiamo soltanto mantenere umido il terreno sul quale cresce la pianta e concimare regolarmente con fertilizzanti per piante da fiore.

 


 

Tag:, , , , ,

Related Posts

Previous Post Next Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0 shares