Ricetta risotto al melograno

Ricetta risotto melograno photo

Il risotto al melograno è una ricetta davvero particolare nella quale si mescolano i sapori più aciduli di questo frutto con quelli corposi tipici del formaggio e del burro per la mantecatura.

Allo stesso modo, il risotto al melograno è un primo piatto davvero genuino perché questo frutto è ricchissimo di vitamina C e antiossidanti, e quindi molto utile per prevenire i primi malesseri autunnali; inoltre è una ricetta davvero semplice da preparare, dovrai solo fare attenzione a togliere tutte le parti bianche della buccia al momento della spremitura.

Pronto a scoprire come si fa il risotto al melograno? Vediamolo insieme!

 

INGREDIENTI  per 4 persone

  • 300 gr Riso Vialone Nano
  • 400 gr Melagrana
  • ½ bicchiere di vino rosso
  • 1 cipolla rossa
  • 1 lt Brodo vegetale
  • 1 Noce di burro
  • 1 cucchiaio olio EVO
  • 50 gr Parmigiano grattugiato

Ricetta melograno risotto photo

Preparazione

Come abbiamo detto in precedenza l’importate è fare davvero molta attenzione durante la sgranatura e la spremitura dei chicchi, infatti dovrai assicurarti di eliminare tutte le tracce della buccia bianca che ha un sapore particolarmente amaro e cattivo.

Una volta sgranati tutti i chicchi frullane due terzi filtrando il liquido attraverso un colino a maglie molto fitte; conserva per dopo i chicchi rimanenti. Finita questa operazione metti sul fuoco una padella con dell’olio, trita una cipolla, falla rosolare fino a doratura e in seguito aggiungi il riso per farlo tostare.

Una volta tostato sfuma con il vino rosso e fino evaporazione: ci vorranno davvero pochi minuti. Continua la cottura del riso bagnandolo con il succo di melograno, quando questo si sarà quasi completamente assorbito bagna il risotto con il brodo vegetale caldo.

Termina la cottura e manteca con il burro e il parmigiano, decorando con i chicchi di melograno che avevi messo da parte in precedenza.

 

Buon appetito!

Risotto melograno ricetta photo

Tag:, , , ,

Related Posts

Previous Post Next Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0 shares