Terrazzo fiorito e piante commestibili – parte prima

Rubrica a cura di Stefania Severi – eventi di Cultura Botanica ed Ecologica


Mi piace l’idea di arredare un terrazzo solo con piante commestibili
, non parlo di un orto, ma di piante ornamentali che trovano un uso fantasioso anche in cucina. Mi piace l’idea di curare le piante del mio terrazzo e allo stesso tempo pensare che possono arricchire i miei piatti con gusti e colori particolari. Porrò l’attenzione su annuali e perenni che dovranno innanzitutto rendere il nostro spazio originale e rigoglioso.

 

Prendiamo quindi in considerazione un terrazzo con una buona esposizione e con angoli riparati da vento e intemperie. Sapremo già la capacità di carico del nostro spazio all’aperto e procederemo alla disposizione delle creature verdi in vasi, vasche e mastelli con un buon terriccio ben concimato. Dedicheremo sicuramente una parte del terrazzo alle aromatiche; adoro stropicciare le foglie che lasciano sulle mani profumi che sanno di spezie.

 

Nel mondo delle aromatiche annuali o perennanti possiamo veramente sbizzarrirci abbinando varietà, colori e portamento costruendo così il nostro angolo di paradiso. La palma di re delle aromatiche va naturalmente al basilico, Ocinum basilicum, alle sue numerose varietà: Cinnamon, Dark Opal, Purple Ruffles, Crispum, Anise, Citriodorum, Thai, Spicy globe e ovviamente Genovese. Si coltiva in terreno leggero e ben drenato, in pieno sole, ma necessita di innaffiature regolari. Per aumentare l’accestimento ed evitare che vadano a seme si devono cimare le piante quando raggiungono un’altezza di 15 cm.

Il genere Mentha comprende 25 specie di perennanti ricche di oli essenziali, in particolare il mentolo, dalle proprietà antisettiche e decongestionanti. Predilige un terreno fertile, fresco e in pieno sole: M. Piperita, M. Piperita Citrata, M. Smithina, M. Spicata “Crispa”, o la Spicata Moroccan, M. Aquatica da piantare in acqua a 15 cm di profondità, M. Gracilis variegata dal profumo di zenzero.

Non si può non accennare al genere Thymus che contra circa 350 specie perennanti e arbusti sempreverdi ricchi di oli aromatici, come il timolo dalle proprietà antisettiche. L’intensità dell’aroma varia a seconda della specie e i fiori hanno tonalità che vanno dal bianco al rosa, al porpora, al lilla. Si coltiva in terreno ben drenato, neutro o leggermente alcalino e in pieno sole. Ideale sarebbe un’aiuola rialzata dove far dimorare il T. Serpyllum var, Albus e Elbin, T. Citriodorus Silver Queen, Aureus, il T. Vulgaris Silver Posie e tante, tante altre specie.

Ma nell’angolo delle aromatiche, che ormai avrà occupato tutto il terrazzo, non possono mancare arbusti di Rosmarinus, Lavandula, Helicrisum e Lippia citriodora…

 

(CONTINUA)

 

Tag:, ,

Related Posts

Previous Post Next Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

0 shares