Cibo sano dall’orto: il pomodoro

È maggio e si avvicinano le giornate calde. Con loro arriverà, puntuale, voglia di cibi freschi: insalate e piatti freddi la faranno da padrone sulle nostre tavole, e mangiati in pausa pranzo ci permetteranno di affrontare i pomeriggi più caldi con leggerezza e produttività.

Elemento base di queste ricette è il pomodoro: come rinunciare a una buona e leggera caprese in un assolato mezzogiorno primaverile? O come fare a meno del suo succoso sapore in una ricca insalata mista?

I pomodori più buoni sono quelli che crescono nel nostro orto personale! Oltre alla certezza di mangiare un ortaggio genuino possiamo regalarci la possibilità di assaporare un prodotto nato grazie alla nostra pazienza e cura: un frutto della natura che abbiamo visto nascere e crescere nel recinto di casa nostra.

Ma come curare le piante di pomodoro?

Innanzitutto dobbiamo ricordare di seminarle fra febbraio e marzo: mettiamo fra i 3 e i 4 semi per vasetto in alcuni vasetti di torba conservati in una serra riscaldata a circa venti gradi. A maggio potremo prendere le piantine e piantarle nell’orto.

Se non abbiamo a disposizione una serra possiamo anche comprare una piantina già sviluppata e piantarla a maggio.

Ogni pianta deve essere staccata dall’altra di almeno 60 centimetri, e ogni fila di piante deve distare 80 centimetri dall’altra.

Il terreno dei pomodori va tenuto costantemente umido, specialmente nei mesi estivi. È buona norma tagliare i germogli che nascono nel punto in cui il picciolo delle foglie è attaccato al fusto, onde evitare di sottrarre nutrimento ai fusti principali, ed è bene predisporre dei tutori solidi ai quali legare le piante.

 

Buona insalata!

Tag:, , , , ,

Related Posts

Previous Post Next Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0 shares