Il ciclamino: come coltivarlo e curarlo

COME CURARE CICLAMINO

Il ciclamino fa parte della famiglia delle Primulaceae, e comincia la sua fioritura verso la fine di agosto e la fine di settembre. Questa specie, originaria del Mediterraneo e del Medio Oriente, esiste in diverse varietà, tra le quali, la più comune è sicuramente la Cyclamen persicum, che ha colori che spaziano dal bianco, al rosa, al porpora.

Come e quando piantare il ciclamino ?

Puoi iniziare la semina del ciclamino facendo attenzione agli ultimi colpi di calore eccessivi di settembre. Sotterra i semi sotto pochi centimetri di terra e spruzza leggermente alcune gocce di acqua. Quando vedrai le piantine sbucare e saranno di circa 2cm, travasale in un vaso più grande ricco di terriccio morbido e non troppo compatto.

Come si cura il ciclamino?

Innanzitutto il ciclamino, una volta che è stato trapiantato, ha bisogno di riposo… Lascialo al riparo per 15-20 giorni finché gli steli non saranno ben irrobustiti.

Essendo un fiore che fiorisce prevalentemente in inverno il ciclamino non ama l’esposizione al sole. Per questo ti consigliamo di mantenerlo all’ombra e in una zona che abbia sempre temperature comprese tra i 6 e i 18°C circa.

Annaffia la pianta durante la fioritura, ogni due tre giorni circa, e aggiungi del concime liquido come il nostro Concime universale plus.

La Fioritura

Come detto, i ciclamini fioriscono e abbelliscono il periodo più freddo dell’anno. Una volta terminata questi fiori entrano in riposo vegetativo fino al settembre successivo. Il nostro consiglio è di lasciarlo in terra, ed eliminare le parti di fiore secche e rovinate, facendo così godrai per tanti anni della sua fioritura!

Tag:,

Related Posts

Previous Post Next Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0 shares