Come curare le piante di rosa

Simbolo del romanticismo per antonomasia, la rosa è uno dei fiori più apprezzati al mondo, in grado di donare freschezza e armonia a qualsiasi tipo di giardino.

Oggi scopriamo come curarla al meglio nei mesi autunnali e invernali e fra la primavera e l’estate.

La pianta di rosa può essere comprata a radici nude e sistemata in piena terra o comprata direttamente in un vaso con terriccio idoneo e va piantata a ottobre. Sempre in questo periodo i rosai vanno potati prima delle gelate. In questa fase vanno rimossi i rami più vecchi a beneficio dei più giovani, e tutti i rami vanno accorciati fino alla prima gemma.

Per evitare che il gelo intacchi la qualità dei nostri rosai, in inverno possiamo utilizzare prodotti specifici antigelo FITO e coprire la base del fusto con paglia o corteccia. Il terreno andrà mantenuto umido per tutto l’autunno e l’inverno.

La primavera coincide con il risveglio vegetativo. In questo periodo dobbiamo aumentare l’utilizzo di concime minerale specifico per le rose e la frequenza delle annaffiature. I fiori vanno tagliati non appena appassiscono e la pianta va difesa da parassiti e malattie fungine dovute alla bassa circolazione dell’aria o alla troppa umidità. In questi mesi è opportuno garantire alle piante almeno un paio di ore di sole al giorno.

Tag:, , , , ,

Related Posts

Previous Post Next Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0 shares