20 meravigliosi Giardini d’Inverno – prima parte

Royal Greenhouse, Laeken, Belgio.

Cedri, limoni, aranci… i giardini d’inverno, altrimenti detti orangerie, ospitano e proteggono dal freddo gli agrumi, piante esotiche e da frutto, in strutture chiuse da vetrate: come grandi e spettacolari serre che aggiungono prestigio ad una villa, un palazzo, un castello. Ecco 20 giardini d’inverno da visitare in questo periodo dell’anno! Continua…

 

1. Das Palmenhaus, Castello di Schönbrunn, in Austria.

Progettato da F. Segenschmid e inaugurato nel 1882 dall’imperatore Francesco Giuseppe, è il più grande del continente, ed è strutturalmente forse il più bello del suo genere. Contiene 4500 specie diverse!

Foto di Wutzbert
Foto di Wutzbert

 

2. Il giardino d’inverno di Peterhof, in Russia.

Sito Unesco e Patrimonio dell’Umanità, il Palazzo di Peterhof e i suoi giardini vengono chiamati a ragione “la Versailles russa”.

Foto di Gautama Buddha
Foto di Gautama Buddha

 

3. Orangerie nei giardini della Tuileries, Parigi.

Costruito nel 1853 dall’architetto Firmin Bourgeois per ospitare gli aranci dei giardini delle Tuileries, l’edificio è stato completato dal successore, Ludovico Visconti. Oggi è sede di uno dei musei più celebri al mondo, il Musée de l’Orangerie, e forse proprio per la sua origine “botanica” il pittore Claude Monet stesso decise di insediarvi la serie delle ninfee, donate allo Stato.

Foto di Traktorminze (Wiki)
Foto di Traktorminze (Wiki)

Claude_Monet_038

 

4. Palmhouse, Royal Botanic Gardens, Kew, Londra.

La struttura, la prima ad utilizzare del ferro (1841), è il simbolo degli sterminati Giardini di Kew, a dieci chilometri da Londra. I Royal Gardens di Kew sono un sito Unesco e sono talmente addentro all’immaginario contemporaneo da essere citati nel brano “The Return of the Giant Hogweed” dei Genesis (Nursery Cryme), come origine del terribile “hogweed”, poi pianta assassina!

Kew_Gardens_Palm_House,_London_-_July_2009

 

5. L’Orangerie di Versailles, Parigi.

Progettata nel XVII secolo da Louis Le Vau, è a sud della reggia, su una collina: fa già parte degli spettacolari ampliamenti di Versailles. Oggi è sede di visite, eventi speciali, sfilate di moda, notti bianche e installazioni.. o il matrimonio di Kim Kardashian e Kanye West!

0517-versailles-orangerie-gallery-launch-7

 

6. La limonaia di Boboli, Firenze.

Realizzata per la collezione di gelsomini del Granduca di Toscana, è stata recentemente restaurata e ripopolata di agrumi delle specie più rare, tornando all’antico splendore.

limonaiaboboli

 

7. Orangeria ad Heidenau, Germania.

Annessi alla residenza estiva di Augusto Il Forte, duca e principe elettore di Sassonia, re di Polonia e Granduca di Lituania, i giardini sono uno dei più elevati esempi di architettura barocca in Germania.

Foto di Snjeschok
Foto di Snjeschok

 

8. Orangerie di Kessel, Paesi Bassi.

In questa foto, la spettacolare illuminazione è stata realizzata dall’artista Oliver Bienkowski in occasione della Giornata Mondiale del Diabete.

Foto di Laszlo C. Steinebach
Foto di Laszlo C. Steinebach

 

9. Orangeria a Seehof, Germania.

Il progetto risale ai primi decenni del XVIII secolo, e colpisce per la bicromia e l’ariosità della struttura.

Foto di ReiKi (Wiki)
Foto di ReiKi (Wiki)

 

10. Royal Greenhouse, Laeken, Belgio.

Il grande complesso è stato commissionato da re Leopoldo II e progettato da Alphonse Balat. Costruito tra il 1874 e il 1895, è stato finito con il completamento della cosiddetta “Chiesa di ferro”, una serra a cupola che avrebbe dovuto originariamente servire come cappella reale.

Royal-Greenhouses-Laken

Immagine di copertina di Jean-Pol Grandmont.

Tag:, , ,

Related Posts

Previous Post Next Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0 shares