Quali sono le piante officinali che devi [ASSOLUTAMENTE] avere in giardino

Oli essenziali per aromaterapia

Quali sono le piante officinali che puoi trovare comunemente in giardino? Prima di scoprirle insieme, innanzitutto, definiamo le piante officinali come dei vegetali dai quali, grazie all’alta concentrazione di principi attivi al loro interno, è possibile trarre beneficio terapeutico, e rappresentano da sempre un valido aiuto per l’uomo nella cura di diverse patologie.

L’uso di piante officinali più aiutare ad alleviare piccoli disturbi fisici, ma ricordati che queste devono essere sempre somministrate dietro consiglio di persone esperte e preparate, e che non si sostituiscono a farmaci dedicati alla cura di specifiche terapie.  

Sei pronto ad andare a cercare in giardino, quali di queste hai già a tua disposizione?

Pianta officinale di calendula

La calendula: pianta officinale per eccellenza

Conosciutissima e usatissima, la calendula è tra le piante officinali più conosciute e usate per alleviare fastidi interni ed esterni.
Ad uso interno infatti aiuta a proteggere il fegato e evitare le ulcere, regola il colesterolo e aiuta a risolvere problemi ginecologici come amenorrea e dismenorrea.

Ad uso esterno invece è perfetta nel trattare bruciature e scottature, ma anche geloni e foruncoli. Non a caso la ritroviamo spesso in numerosi prodotti dermatologici proprio grazie alle sue proprietà antinfiammatorie, antisettiche, rinfrescanti ed emollienti.

Pianta officinale di valeriana fiorita

Valeriana officinalis: un rilassante dalla natura

Ha un potere rilassante e sedativo, allevia ansia e insonnia, e per questo la valeriana è molto diffusa come rimedio naturale per migliorare la qualità del sonno e acquisire un maggior senso di calma e serenità. Un valido alleato che puoi provare attraverso infusi o tisane

Pianta officinale di tarasacco in fiore

Il tarassaco: l’officinale facile da trovare

Ti sarà sufficiente camminare in un prato per trovare dei fiori di tarassaco. Non ignorarli! Questa pianta ha un’azione depurativa potente, in grado di eliminare le sostanze tossiche accumulate nell’intestino, favorisce la digestione migliorando anche l’attività del fegato, in più ha grandi capacità diuretiche. Una pianta officinale dalle grandi proprietà depurative!

Pianta officinale di portulaca tra i sassi

La portulaca officinale: non chiamiamola infestante

Sicuramente la vedi sbucare tra le fessure delle piastrelle in giardino, oppure in mezzo ad altre piante e non riesci a pensare che sia una pianta infestante fastidiosa. Sbagliato!

La portulaca officinale, chiamata anche portulaca oleracea o porcellana comune è una pianta che cresce spontaneamente e può offrirti proprietà depurative, rinfrescanti e nutritive. Può essere utilizzata sia in insalata, perché ricca di Omega 3, sia in decotti o tisane che alleviano problemi intestinali.

Pianta officinale di arnica in un campo

Arnica: pianta per fitoterapia

Questa pianta dai fiori gialli è usata molto spesso in fisioterapia e in erboristeria come gel e tintura con azione antinfiammatoria, antisettica ed antinevralgica. Avrai sentito sicuramente parlare delle pomate a base di arnica usate dagli sportivi per distorsioni, contratture muscolari o stiramenti. L’arnica può essere utilizzata anche come rimedio contro acne e punture d’insetti e dà sollievo immediato.

Pianta officinale di eucalipto in vaso

Eucalipto: officinale ad azione balsamica

L’eucalipto è un’altra pianta officinale che trovi comunemente negli oli o nei preparati cosmetici. Le sue foglie sono utilizzate come infuso per trattare catarro bronchiale, asma, influenza e raffreddore. L’olio essenziale che ne viene estratto è utilizzato come anticatarrale per le sue qualità balsamiche e fluidificanti. Grazie al suo gradevole profumo non è raro trovare l’eucalipto come base in deodoranti per ambienti.

Pianta officinale di crisantemo in fiore

Il Crisantemo: officinale dalla medicina cinese

Per la medicina cinese il crisantemo è un fiore ottimo per alleviare il mal di testa, gli occhi irritati e la pressione alta. Non solo, le sue proprietà terapeutiche sono utili contro i sintomi influenzali, il raffreddore e per le infezioni alle vie urinarie o respiratorie.

Pianta officinale di malva in mezzo alle foglie

La malva: proprietà emollienti e calmanti

Puoi trovare la malva nei prati e, grazie alla sua diffusione, e alle sue proprietà emollienti è usata tantissimo anche al’interno di cosmetici ad uso quotidiano. Le sue proprietà principali riguardano l’alleviamento delle infiammazioni o rossori, è emolliente e lenitiva per la pelle più screpolata, ma ha anche proprietà lassative se ingerita in decotti o tisane.

Pianta officinale di camomilla in fiore

La camomilla: per calma e relax

 Non ha bisogno di presentazioni la camomilla, perché molto probabilmente si trova già dentro alla tua dispensa. Solitamente la si beve come rilassante prima di coricarsi, ma, in realtà la camomilla, oltre a essere famosa per le sue proprietà calmanti, favorisce il processo di digestione, cura le infiammazioni, è antibatterica e allevia i dolori mestruali e addominali.

Pianta officinale di sambuco in fiore

 Il sambuco: una cura dall’interno

L’infuso di sambuco è ideale per favorire la diuresi e rappresenta un valido aiuto contro febbre e reumatismi. Inoltre il sambuco è: antinevralgico, emolliente, lassativo antinfiammatorio e depurativo. Prepararsi una bevanda a base di sambuco non solo è buona, ma anche salutare!

In questo articolo ti abbiamo presentato solo 10 delle numerosissime piante officinali disponibili intorno a noi, tu quali conosci o usi maggiormente? Faccelo sapere nei commenti!

Tags: piante, piante officinali

Related Posts

Previous Post Next Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *