Salutiamo l’inverno, con i versi di Rainer Maria Rilke

Salutiamo l’inverno, che si appresta a finire, e i suoi paesaggi spettacolari, contraddistinti da sfondi bianchi e grigi interrotti a tratti da note marroni, come i tronchi spogli, e verdi, come le foglie delle piante e degli alberi sempreverdi.

 

Questi splendidi paesaggi hanno ispirato un’emozionante poesia di Rainer Maria Rilke, lo scrittore di origine boema considerato uno dei più importanti poeti di lingua tedesca del ventesimo secolo:

 

Paesaggi Invernali

 

Respirano lievi gli altissimi abeti

racchiusi nel manto di neve.

Più morbido e folto quel bianco splendore

riveste ogni ramo, via via.

Le candide strade si fanno più zitte:

le stanze raccolte, più intente.

 

Rintoccano l’ore. Ne vibra

percorso ogni bimbo, tremando.

Di sovra gli alari, lo schianto d’un ciocco

che in lampi e faville rovina.

 

In niveo brillar di lustrini,

il candido giorno là fuori s’accresce,

divien sempiterno Infinito.

 

Rainer Maria Rilke

Tag:, , ,

Related Posts

Previous Post Next Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

1 share