Non tutti i vasi sono uguali. Come scegliere il più adatto.

Vasi di argilla

Rettangolari, tondi, semplici, decorati, in terracotta, in plastica, in legno, con sottovaso o senza.
Potremmo andare avanti ancora per molte righe elencando alcune delle caratteristiche delle tipologie di vasi che possiamo trovare nei negozi specializzati di articoli per il fai da te e il giardinaggio. La scelta del vaso giusto per le nostre piante non è affatto semplice, e spesso dedichiamo a essa più tempo di quanto non ne riserviamo alla selezione di elementi più importanti per la salute delle nostre piante domestiche, quali la terra da utilizzare o l’esposizione alla luce.

Nonostante il ruolo del vaso sia marginale è però utile conoscere le caratteristiche di forme e materiali e il modo in cui queste interferiscono con la crescita delle nostre piante.

6521851891_9589676ffc_b

Foto di Antony ***

Vaso in plastica o vaso in terracotta?

Partiamo dai materiali: i più diffusi sono la plastica e la terracotta, che pur essendo spesso simili all’aspetto si differenziano sotto diversi punti di vista. La plastica è molto più leggera della terracotta, e per questo motivo è meno adatta alle piante che si sviluppano in verticale. I vasi in terracotta però, pur avendo un’ottima capacità di mantenimento della temperatura del terreno che scongiura gli sbalzi termici, risentono di una tendenza ad assorbire l’acqua. Il vaso in plastica inoltre assolve perfettamente al suo dovere pur costando meno.

Come scegliere la misura del vaso?

Per quanto riguarda la misura del vaso, dobbiamo semplicemente tenere in considerazione che la terra deve essere in grado di contenere le radici della pianta, e che questa va rinvasata in un vaso più grande di un paio di centimetri quando le radici iniziano a fuoriuscire dal foro di drenaggio.

È importante usare il sottovaso?

Il sottovaso è utile principalmente perché raccoglie l’acqua in eccesso, che altrimenti sporcherebbe le superfici sulle quali è appoggiato il vaso. È però fondamentale mantenerlo pulito, in quanto una scarsa cura del recipiente può far ristagnare l’acqua.

Tag:, , , ,

Related Posts

Previous Post Next Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 shares