Come coltivare la Rosa di Natale

Rosa di Natale - Helleborus Niger con fiore bianco

La Rosa di Natale conosciuta anche come Elleboro, il cui nome scientifico è Helleborus Niger, è solo una delle circa 30 specie appartenenti al genere Elleboro.

I suoi fiori bianco candido, che sbocciano durante il periodo invernale, sono perfetti per dare al tuo giardino una nota elegante e delicata. Scopriamo insieme quali accortezze seguire e come coltivare la rosa di Natale per ottenere una crescita rigogliosa!

Come curare la Rosa di Natale

Questa magnifica pianta perenne non teme le basse temperature e non ha bisogno di molte attenzioni: tuttavia, quando ti capiterà di maneggiarla dovrai utilizzare dei guanti da giardiniere perché è tossica e altamente irritante. Per lo stesso motivo presta attenzione e tienila lontana dalla portata dei bambini e degli animali domestici.

Essendo un esemplare tipico dei sottoboschi, ama le zone semi-ombreggiate o anche quelle in ombra totale: in particolare teme il sole durante la stagione estiva.

Elleboro con fiore bianco fiorito nel sottobosco

Fiorisce in inverno, tra dicembre e marzo secondo il clima in cui cresce.

Mantienila idratata, irrigala regolarmente nei mesi più caldi, ma fa attenzione ai ristagni idrici. Riduci le innaffiature nel periodo invernale.

Essendo una pianta piuttosto semplice da coltivare, che ama l’ombra e l’umidità, non è neanche necessario potarla, ti sarà sufficiente rimuovere le foglie secche e i fiori appassiti. Se abiti in zone particolarmente fredde, in inverno puoi proteggerla dal gelo con una pacciamatura di paglia o foglie secche alla base della pianta.

Quale terreno per l’Elleboro?

L’Elleboro ama un terreno ben drenato, soffice e con pH neutro.

Dovrai compiere la messa a dimora della Rosa di Natale tra maggio e settembre se abiti in un clima temperato. Ti consigliamo di scavare una buca larga e profonda almeno il doppio del volume del vaso di vendita e liberare le radici eccessivamente intricate nella zolla di terra. Per la coltivazione in vaso preferisci dei contenitori ampi e profondi per favorire lo sviluppo delle radici. Di solito sono sufficienti un paio di interventi all’anno con concime a lenta cessione per aiutare la pianta a crescere in salute.

Tattamenti

Nonostante sia una pianta particolarmente resistente anche la Rosa di Natale ha alcuni nemici. Tra questi sicuramente il marciume radicale che potrebbe formarsi a causa dei ristagni d’acqua e gli afidi, che puoi curare con i nostri prodotti antiparassitari.

Se noti delle macchie marroni/nere sul fogliame, correlate a aree necrotiche, allora il tuo Elleboro potrebbe soffrire di Macchia Nera. In questo caso, osserva attentamente la tua pianta e, in presenza di materiale contagiato, rimuovilo immediatamente, insieme alla zona circostante. 

Dal momento che esistono molte varietà di Elleboro ti proponiamo qui una galleria di quelle più suggestive!

Tags: come coltivare, Elleboro, know how, Rosa di Natale

Related Posts

Previous Post Next Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *