Come coltivare l’uva in vaso?

Con la vendemmia iniziata, i colori delle vigne creano paesaggi spettacolari che emozionano e lasciano sbalorditi chi le guarda.

Se vuoi vivere le emozioni e i colori di questa bellissima pianta, ma non hai la possibilità di andare nei vigneti, ti consigliamo di coltivare l’uva in casa, in vaso! Come?

Riesci a immaginare la soddisfazione di veder maturare l’uva e riuscire a carpire ogni giorno i suoi colori?

Dove coltivare la vite?

Se vuoi coltivare l’uva in vaso, la prima cosa che devi fare è trovare uno spazio luminoso e grande dove posizionare la vite. Questo luogo dovrà essere adatto a sostenere i rami della vite e ad ospitare un vaso di circa 60/80 cm di diametro e 60 cm di profondità.

Quando si semina l’uva?

Solitamente l’impianto della vite deve essere eseguito verso la fine dell’autunno e l’inizio dell’inverno se abiti dove il clima è più mite, mentre dovrai aspettare la fine dell’inverno se abiti dove il clima è più freddo. Ricordati, comunque, che l’innesto deve essere sempre fatto quando la pianta è nella sua fase di completo riposo.

Il terreno ideale per la vite  

Dopo aver scelto il luogo dove posizionare i vasi, e la varietà che ti piacerebbe coltivare, è necessario individuare il terreno ideale per la tua vite. Al momento dell’impianto ti consigliamo di miscelare del terriccio universale con del concime organico, come del letame o come il  nostro Cornunghia Bio. A questa miscela puoi aggiungere anche una dose di pomice in granuli che renderà il terreno più leggero e drenante.

Come innaffiare la vite?

La vite ama un’innaffiatura regolare, senza ristagni e non troppo abbondante. Il nostro consiglio è quello di innaffiare regolarmente ogni volta che vedrai la terra essiccarsi, ma non esagerare!

Come potare l’uva

La prima regola è: nei primi mesi di vita del tuo impianto non potare la vite!

La potatura la potrai effettuare a partire dal primo e dal secondo anno di vita e poi ogni volta che cambia la stagione.

Ricordati che, se la tua vite non produce più frutti, è perché i rami hanno più di due anni di vita e quindi potarli regolarmente è fondamentale per avere grappoli frequenti.  Quando sarà fine inverno opera una potatura che mantenga sulla pianta solo pochi rami che partono dal tronco principale.

Facile, no?

Related Posts

Previous Post Next Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0 shares