Lycoris Radiata, coltivazione e cura

Lycoris Radiata coltivazione

Per scoprire tutto sulla Lycoris Radiata coltivazione e cura, devi prima di tutto conoscere le sue caratteristiche intrinseche.

Questo fiore, conosciuto anche con il nome Giglio del Ragno Rosso, è una pianta bulbosa perenne della grande famiglia delle Amaryllidaceae.

La Lycoris, originaria della Cina e diffusasi poi ampiamente nel paese del Sol Levante, ha una caratteristica unica e tanto apprezzata: dopo le piogge estive produce dei fiori delicati e di colore rosso vivo che creano dei suggestivi effetti cromatici.

Puoi coltivare facilmente il Giglio del Ragno rosso anche nel nostro Paese, perché predilige un clima temperato, con temperature calde d’estate e fredde d’inverno.

Puoi coltivare la Lycoris sia in piena terra che in vaso. Ti consigliamo quest’ultima strada soprattutto se abiti in Regioni dall’inverno più rigido in modo tale da poterla riparare da temperature sotto lo zero.

Lycoris Radiata coltivazione

Come coltivare la Lycoris in vaso

Questo fiore, se coltivato in vaso, difficilmente supera i 60cm di altezza, nonostante le sue dimensioni ti consigliamo di procurarti comunque un vaso piuttosto grande.

Interra i bulbi con l’apice verso l’alto all’interno di una buca larga e profonda il doppio della loro grandezza, in un substrato soffice, ricco di sostanza organica e drenante.

Scegli con cura la posizione del vaso e lascialo sempre nello stesso punto, possibilmente in mezz’ombra e riparato dal vento. Rinvasa la Lycoris solo quando vedrai il vaso troppo piccolo per questo fiore, ogni due anni circa. Il Giglio del Ragno Rosso, infatti è una pianta che non ama né spostamenti né choc da travasi.

Innaffia regolarmente, ma aspetta che la terra sia completamente asciutta in superficie per evitare ristagni idrici.

La coltivazione della Lycoris in piena terra

Una volta scelta la perfetta zona all’interno del giardino per coltivare la Lycoris è necessario lavorare bene il terreno, che dovrà essere particolarmente drenante, e ripulirto dalle erbacce. Pianta i bulbi in primavera a una profondità pari al doppio della loro altezza e ad una distanza superiore  ai 15cm gli uni dagli altri. Non preoccuparti delle irrigazioni, saranno sufficienti le piogge annuali per nutrire questa bulbosa.

Lycoris Radiata coltivazione

Lycoris: concimazione e moltiplicazione

Sfruttare un concime a lento rilascio come le nostre fiale per bulbose , o un prodotto liquido è utile nel periodo che precede la ripresa vegetativa. In questo modo potrai dare alla pianta tutti i nutrienti per affrontare la fase più impegnativa del ciclo vitale.

Ricorda inoltre che la moltiplicazione delle Lycoris avviene per divisione dei bulbilli che si sviluppano attorno al bulbo madre. Per portare a termine tale operazione, ti consigliamo di staccare i bulbilli, adagiarli in un substrato soffice e umido e aspettare che germoglino.

Le malattie della Lycoris Radiata.

I pericoli più grandi per le Lycoris sono le malattie fungine, tra le quali il marciume radicale e la fusariosi sono le più comuni. Entrambe, si possono prevenire con un controllo delle irrigazioni e la scelta di un terreno particolarmente drenante.

Vuoi saperne di più sulla cura di questo fiore così particolare? Scrivi le tue domande nei commenti!

Tags: bulbi a fioritura primaverile, bulbose, coltivare, coltivazione facile, come coltivare, cura del giardino, fiori, fiori colorati

Related Posts

Previous Post Next Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *