Lavori nell’orto: il calendario di ottobre

zucca, orto lavori nell'orto a ottobre. Il calendario dei lavori

Così come per la cura del proprio giardino, anche i lavori che dovrete pianificare nell’orto sono incentrati particolarmente sulla pulizia.

Preparare il terreno per la semina delle varietà autunnali e invernali è il punto di partenza per ottenere un raccolto sano e consistente.

 

Il primo passo, infatti, è riportare il terreno al suo stato originario. Ripulite l’orto da tutte le coltivazioni estive che sono ormai finite, estirpate le piante infestanti, vangate il terreno e concimatelo con un compost nutritivo come il concime orticole Fito o il biologico Biofito Universale.

Sgombriamo subito il campo da ogni dubbio: i piccoli orti, a terra o in vaso, possono anche non far riposare il terreno tra una coltura e l’altra. Infatti, se ben compostati e concimati, avranno già tutti i nutrimenti necessari per ripartire subito con le coltivazioni invernali.

 

 

Cosa si semina?

Scegliere le giuste semine autunnali dipende molto dal luogo in cui si abita e dalla temperatura media della propria regione climatica. In base a questi dati possiamo preparare il terreno nel nostro angolo di giardino, in aiuole, in vasi, oppure, ancora, in semenzai dedicati. Affidatevi alle tabelle delle semine per verificare sia la temperatura minima di germinazione, sia la temperatura media di crescita delle piante che intendete coltivare.

In base a queste accortezze potrete seminare: barbabietola, cime di rapa, scarola, radicchio, valerianella, bieta, carote, fave, piselli finocchi, ravanelli, indivia, rucola, cavolo verza, prezzemolo, spinaci, lattuga, lattughino, aglio e asparagi.

i lavori da fare nell'orto in ottobre. Semina

 

Se abitate in zone particolarmente fredde potrete optare per i semenzai: bastano anche quelli fai-da-te con scatole di legno, barattoli dello yogurt o confezioni portauova; utilissimi per far crescere i primi germogli da trapiantare successivamente. Per fare questi semenzai è sufficiente scegliere il contenitore che preferite, forare il fondo, riempirlo di terra e inserire pochi semi per volta. Prima del trapianto in vaso o a terra, selezionate eventualmente le piantine più resistenti.

Per quel che riguarda i trapianti direttamente in piena terra o in vaso potrete optare su: bieta, cavolfiore, fragole, cicoria, cavoli, finocchi, aglio e cipolle. Per quel che riguarda le erbe aromatiche, invece, potrete mettere a dimora borragine, origano, erba cipollina, menta e alloro.

 

Ottobre che verdura si può coltivare nell'orto

 

Non ci resta che raccogliere

Abbiamo appena visto cosa seminare e trapiantare, ma cosa possiamo, invece, raccogliere?

Tra gli ultimi frutti estivi e l’inizio di quelli squisitamente autunnali, la scelta non manca.

Infatti, a seconda delle varietà piantate è possibile raccogliere gli ultimi pomodori e peperoni, ma troveremo anche lattughino, rucola e zucca. Per quel che riguarda la frutta sulle tavole potrete portare mele e pere in abbondanza, ma anche i limoni e i primi kiwi.

Ottobre è il mese in cui cominciano a spuntare i funghi e a cadere le castagne, ma è splendido anche per l’arte di fare la vendemmia e, per i più fortunati, iniziare la raccolta delle olive. Infine possiamo raccogliere tutte le erbe aromatiche estive, come basilico, prezzemolo e rosmarino, ed essiccarle sia per l’uso in cucina, che come ottimi profumatori d’ambiente.

 

 

Altri prodotti che sono utili per il tuo orto:

Irri-gò classico

Concime Unico l’energetico

Fito orto

Goccia a Goccia universale

Fito biocompost, biologico

 

 

Credit Photo, mano che semina © alexkharkov – Fotolia.com

Tag:, , , , , ,

Related Posts

Previous Post Next Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0 shares